Il potere Massimo o alta Potenza, che può essere legalmente trasmessa da una radio marittima VHF è di 25 watts. Quando è disponibile una comunicazione VHF affidabile, il che avviene per intervalli minori di 10 NM, risulta perfettamente soddisfacente utilizzare una minore potenza di trasmissione. Il vantaggio per l’utilizzatore è quello di avere una minore perdita alla sorgente di potenza della radio, rappresentata dalle batterie. Comunque, il vantaggio principale di utilizzare minore potenza è che, riducendo il range attraverso il quale le trasmissioni di una nave possono essere ascoltate, si permette ad altri che si trovano a poche miglia nautiche di distanza di utilizzare lo stesso canale. Un altro vantaggio importante è la possibilità di evitare gli effetti di cattura spiegati qui di seguito.

Per queste ragioni, tutte le radio maritime VHF devono essere in grado di trasmettere su ridotte o basse impostazioni di Potenza di 1 watt. Con un antenna VHF posta il più in alto possibile, sono possibili buoni intervalli di comunicazioni oltre 5 a 10 NM anche sulle barche più piccole.

Quando si seleziona il canale VHF CH 15 o VHF CH 17 solo per le comunicazioni a bordo, l’impostazione di potenza deve automaticamente passare al profilo di bassa potenza.



Punta il mouse sulla nave e verifica che ascolta la trasmissione attraverso le radio VHF sulla nave selezionata

Effetti di cattura

Quando una radio non viene utilizzata come trasmittente, essa è semplicemente un ricevitore che si aggancia al segnale più forte che riceve. Per esempio, ad 1 NM di distanza dalla nostra nave ci sono due navi che stanno trasmettendo su uno stesso canale contemporaneamente. Una di esse sta trasmettendo su alta potenza e l’altra su bassa potenza. Solo il segnale dalla nave che sta trasmettendo su alta potenza può essere ascoltato dalla nostra nave.

Per questo motivo bisogna prima tentare a trasmettere su bassa potenza e solo se non si ha successo si prova su alta potenza.

Last modified: Saturday, 25 April 2020, 7:50 PM