La lunghezza d’onda per le frequenze all’interno della banda VHF è approssimativamente 2m. in pratica questo significa che una lunghezza di un’antenna VHF (antenna dipolo) per una radio VHF deve essere non più lunga di circa la metà di tale lunghezza, circa 1m, il che rende le comunicazioni radio VHF idealmente adatte per tutte le navi a partire dalle grandi navi passeggeri fino alle più piccole barche per la pesca o yacht.

Le onde elettromagnetiche di una lunghezza d’onda così relativamente piccola tendono a viaggiare o a propagarsi lungo una linea pressoché retta tra il Tx e l’Rx e ad estendersi solo oltre l’orizzonte visibile (linea di vista). Queste onde spaziali non attraverseranno oggetti come colline o grandi palazzi ma potranno essere riflesse da tali strutture. Per questo motivo, è preferibile posizionare l’antenna VHF nel punto più alto della nave allo scopo di ottenere il più vasto campo di comunicazione.



Punta il mouse su una nave particolare o sulla torre CRS Tx/Rx a terra e otterrai che la nave colorata di rosso è fuori dal campo della radiocomunicazione della torre CRS Tx/Rx. Tutte le altre navi sono in grado di comunicare via radio con la torre CRS Tx/ Rx, o perché risultano fisicamente più vicine alla CRS rispetto alla nave Rossa oppure perché le loro antenne sono sufficientemente alte da garantire una buona linea di comunicazione con essa. Se la nave colorata in rosso risulta anche fuori dal campo di comunicazione radio VHF dalle altre navi, allora un qualsiasi segnale o chiamata di pericolo, emergenza, sicurezza o routine da essa non potrebbe essere ricevuto.

Il campo delle comunicazioni radio VHF (distanza dell’antenna dall’orizzonte visibile) viene calcolato dalla seguente formula (il simbolo √ sta per radice quadrata):

Intervallo [NM] = 2,25 x √altezza dell’antenna [m]

Quando si calcola l’intervallo tra due antenne, l’intervallo di ogni singola antenna deve essere preso in considerazione. La formula è la seguente:

Intervallo tra due antenne [NM] = 2,25 x (√altezza dell’antenna1 [m] + √altezza dell’antenna 2 [m])

Esempio: l’intervallo tra l’antenna della nave (30 m sopra il livello del mare) e dell’antenna CRS (62 m sopra il livello del mare) è 2,25 x (√30 + √62) = 30,04 NM

VHF transmission range

L’intervallo delle radiocomunicazioni VHF a mare può variare enormemente tra diversi tipi di navi o tra diversi tipi di navi e CRS. Ciò è dovuto all’altezza variabile delle antenne utilizzate ( h ) che dipendono dalle dimensioni della nave e dalla posizione del CRS. In condizioni radio normali l’intervallo di radiocomunicazioni previsto alle VHF è normalmente tra 20 e 30 NM.

La banda di frequenza marina per le comunicazioni radio VHF, che si estende tra i 156 ed i 174 MHz, contiene 57 canali VHF individuali numerati consecutivamente da VHF CH 1 a VHF CH 28 e da VHF CH 60 a VHF CH 88.